Osterie d’Italia – Guida Slow Food 2014

Posted in: Recensioni ♦ Thursday, April 17th, 2014, %I:%M %p ♦ No Comments
Osterie d’Italia – Guida Slow Food 2014

Nei pressi della più bella piazza cittadina, Carlo e Alessandro nel corso degli anni hanno messo insieme tre ambienti: osteria, vineria, bottega di prodotti e gastronomia.
L’osteria ha pochi coperti (conviene prenotare) in locali arredati con gusto; nella bella stagione ci si può sedere fuori, con vista sui monumenti della piazza. La carta varia ogni quindici giorni, ispirandosi ai prodotti stagionali e locali e ai piatti della tradizione pistoiese. Tra gli antipasti, ottimo il tortino croccante di cardi su fonduta di gorgonzola cremoso (8Euro), ma non sfigurano la terrina di maiale con composta di cipolle e gli involtini di melanzane con ricotta del Melo, pomodoro e basilico. Passando ai primi, imperdibili i maccheroni pistoiesi di pasta fresca sull’anatra, piatto tradizionale della trebbiatura; in alternativa, crespelle alla fiorentina di ricotta e spinaci (9Euro), taglierini con cavolo nero, pancetta e ricotta stagionata in inverno e panzanella in estate. Ampia scelta di secondi: trippa alla fiorentina, la classica bistecca, il coniglio in porchetta (12Euro), piatti di cacciagione (lepre, cinghiale) o di pesce povero. Bella carta dei dessert e ottima selezione di formaggi artigianali, serviti con composte di frutta, mostarde, miele. La carta dei vini è ricchissima, con prezzi abbordabili, ogni settimana cinque bianchi e altrettanti rossi sono offerti anche al bicchiere. In alternativa, birre artigianali.

 

“Carlo e Alessandro hanno costruito un percorso enogastronomico all’insegna della tradizione e della qualità delle materie prime. Il tutto è curato con competenza e passione”.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

Comments are closed.