Osterie d’Italia – Guida Slow Food 2012

Posted in: Recensioni ♦ Monday, March 26th, 2012, %I:%M %p ♦ No Comments
Osterie d’Italia – Guida Slow Food 2012

Alessandro Olmi e Carlo Malentacchi gestiscono da 14 anni questo gradevole locale del centro, frequentatissimo anche a mezzogiorno. Lo caratterizzano l’uso dei prodotti di qualità, del territorio e dei Presìdi Slow Food, la competenza, un’equilibrato mix tra cucina di tradizione e innovativa (il nuovo chef, Alessio Lodovisi, sperimenta le cotture a bassa temperatura). Qualche esempio di ciò che potreste gustare: prosciutto crudo (24 mesi) con sottoli casalinghi, lampredotto in bianco con salsa verde, maccheroni di pasta fresca al ragù bianco di anatra (8 €), ravioli di ricotta e spinaci con pomodoro candito e parmigiano (9 €), baccalà con ceci piccini del chianti, tagliata con erbette e fagioli soranini. Segnaliamo inoltre il pancotto con carciofi e pecorino, il risotto con asparagi e ricotta di Cutigliano, i bocconcini di cinghiale con olive e spinaci (14 €); da non perdere il “bollito non bollito”, cotto a bassa temperatura. Ottimi dolci tra cui il cappuccino di tiramisù e il tortino di cioccolato con cuore fondente (5 €); valida la selezione di pecorini con miele e mostarda (9 €). Per i vini la scelta è tra 400 etichette accuratamente selezionate, alcune proposte anche a bicchiere. Accanto al locale, I Sapori della Bottegaia: i migliori prodotti del territorio e del resto d’Italia, ottimi vini e distillati. Di fronte la Vineria della Bottegaia, con una buona carta e gustosi piatti freddi.

 

Grande cura nella ricerca delle materie prime, nella preparazione e nella presentazione dei piatti, che esprimono una cucina tradizionale alleggerita con metodi di cottura innovativi.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

Comments are closed.